Guardavo fuori dalla finestra dell'ambulatorio, il cielo era di un azzurro emozionante, mentre l'oncologo mi spiegava i dettagli della chemio che avrei iniziato il giorno successivo... e pensavo a come fosse possibile un cielo di un azzurro simile in una giornata così grigia per me...

sabato 21 febbraio 2015

Tre mesi di libertà .... ma anche meno...

Si, proprio , così ha detto l'oncologo il dott. Erre
 lunedì sera all'ultima visita che avrei fatto con lui.
Tre mesi di libertà.
Che tradotto significa tre mesi senza controlli , visite, analisi.
prima dello step a tre mesi con l'oncologo 
che mi seguirà nel follow up , il dottor Esse.
Poi si passerà ai sei mesi.
Felice come una Pasqua, 
per me, che credevo che il prox check up lo avrei fatto fra sei mesi
che, come ho più volte detto , mi pare un tempo interminabile
  e irragionevolmente lunghissimo ricco di ansie ecc ecc, 
avere avuto questa notizia mi ha rincuorato.
Ok.
Tre mesi, passano.magari non proprio in fretta, 
ma passeranno.e sono meglio di sei 
Tre mesi di libertà.
Si, tre mesi!!!
Ma...
Il giorno dopo il dott. Erre mi ha chiamato per dirmi che mi aveva 
 prenotato una visita presso il servizio trasfusionale dell'ospedale di Cesena
dalla dott.ssa B., per alcuni controlli.
Il tutto per capire se cambiare terapia ormonale viste le due trombosi che ho avuto al braccio.
Ok ok.
"Ma avevamo detto tre mesi di libertà" ho provato a dire  un pò sconsolata.
E dire che credevo di averlo quasi convinto la sera prima a non fare ulteriori 
accertamenti.
Seeee, era lui che mi aveva lasciato questa mezza convinzione...
mentre aveva già deciso cos'era meglio fare. 
Già, mi fido ciecamente di lui perciò se ha deciso questo 
significa che bisogna farlo.
Perciò il 10 marzo alle 9 a Cesena dalla dott.ssa B
per prima cosa un prelievo di sangue iniziale
e qui casca l'asino.
Ora che non ho il picc, sarà dura riempire le fialette di sangue
ma in qualche modo, e non voglio pensare quale, ce la faremo.
Se si deve fare si farà.
L'avevo già capito che , una volta che sei uno 048 ,
non è facile avere delle tregue
ma va bene così, non mi lamento di certo.
Avere un oncologo scrupoloso è sicuramente
una certezza (di cui ho scritto qui ) che mi dà tranquillità.
E non mi lamento di tutto ciò
Ne sono contenta.
Ho "vinto" un biglietto per un giro al reparto trasfusionale di Cesena
e spero di uscirne tranquillizzata e che vada tutto bene 
e tutto sia a posto, nonostante le terapie fatte . 
Dopo ciò ho i tre mesi, e un pò meno,  di libertà
  

15 commenti:

  1. Amore bello. Saranno i nostri mesi di stallo. Quelli in cui dimenticheremo di essere malate. Fino all'avvicinarsi dei controlli... Allora ritornerà tutto. Ma noi ce la faremo. Un bacio

    RispondiElimina
  2. Cara Annamaria, avere un angelo a disposizione che si prende cura di te è una bella fortuna, segui i suoi consigli e vedrai che la libertà....sarà per sempre. Un bacione. Antonietta

    RispondiElimina
  3. Ti prego Annamaria, non scrivere "che sei, che siamo uno 048". E daaaaaaiiiii...il mio non è un monito, eh? E' un abbraccione forte forte da una che ha passato il controllo ogni tre mesi e poi ogni sei mesi e poi ogni anno,....DA 16 ANNI! Zumpapperozumppappà.
    Baciotto Susanna

    RispondiElimina
  4. Hai avuto tanta pazienza e coraggio fino ad adesso.... (ricorda che sono sempre quella di poche parole.... anche perché non sono capace di meglio)

    RispondiElimina
  5. che brutta definizione essere uno 048 io fatico definire le persone con le loro esenzioni....ma lo devo fare....ma speravo che i pazienti nn lo facessero....tu sei Annamaria....una splendida donna coraggiosa...e accetti ogni cosa ti si accavalla sul tuo cammino....una donna che ha tanta voglia di vedere aprirsi uno splendido futuro...e questo sei...non un numero...baci.glo

    RispondiElimina
  6. Da ironica al limite del sarcasmo, che lo usa come arma di difesa, ho invece sorriso di fronte a quello 048. Ben sapendo che Annamaria non è certametne un numero. Ti auguro 3 mesi leggeri carissima. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai centrato in pieno il mio senso di usare 048 !

      Elimina
  7. Non so cosa sia lo 048, ma sento forte e chiare le tue emozioni e vorrei dirti che nel ristorante in cui ho lavorato qualche estate fa, quando si esaurivano le scorte di qualche alimento, la cuoca usciva dalla cucina e scriveva sulla lavagna di fianco alla cassa: 86 lasagne, oppure 86 bistecca... così i camerieri sapevano che era finita, che non ce n'era più.
    Allora, mia cara... ti auguro un bell'86 cancro!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. evvai mi piace un bell'86cancro!!! dandogli il senso che hai scritto tu

      Elimina
  9. ... ed allora facciamo questo ultimo "giro" e poi godiamoci i restanti quasi tre mesi.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  10. Adorabile Azzurro Cielo, io sono una miracolata della tua stessa malattia, non so dove la" bua scura" ti abbia presa , a me al seno..ma l'ho vinta con pazienza e rigore, ma sempre con un sano ottimismo e sono passati nove lunghi anni...
    Ce la faremo ..ti stringo fortissimo!

    RispondiElimina
  11. Tu non sei un numero, il numero è solo sul cartellino, tu sei una donna saggia, forte e meravigliosa che con determinazione vincerà e affronterà la vita con il sorriso!
    Un forte abbraccio e buona giornata!
    Beatris

    RispondiElimina
  12. Cara Annamaria sono felice per te, spero che lo schermo e l'etere riescano a inviarti tutta la mia gioia! Ammiro la tua forza, ammiro la tua condivisione del dolore e della paura così come ammiro leggerti solare ed ottimista. Goditi questo tempo che meriti in pieno.
    Forza! Ti abbraccio
    Lena

    RispondiElimina